Tappeto in pelle di mucca, perché sceglierlo

Raffinato, elegante, particolarmente caldo e soprattutto naturale, il tappeto realizzato con pelle di mucca sta conquistando una sempre maggiore fascia di consumatori attratti dai suoi inconfondibili requisiti.

Come si ottiene un tappeto di mucca

Un tappeto di questo tipo si ottiene attraverso varie fasi di lavorazione; innanzi tutto è necessario disporre della pelle di bovino completa di pelo.

Mentre le carni entrano nei cicli produttivi dell’industria alimentare, la pelle subisce un preventivo selezionamento in base alla sue caratteristiche; infatti alcuni animali forniscono pellami di scarsa qualità, solitamente collegati al tipo di alimentazione di cui hanno potuto disporre.

La seconda tappa prevede un’operazione di salatura, il cui scopo è quello di preservare l’integrità della pelle durante il taglio.

Dopo che essa è stata tagliata, secondo dimensioni e forme desiderate dal produttore, ha inizio la fase della concia, per garantire la massima morbidezza del prodotto finale e anche per eliminare i cattivi odori e soprattutto il pericolo della perdita di pelo derivante dalla muta.

Questa operazione ha lo scopo di mantenere inalterata la pelle per molto tempo, dato che le specifiche procedure consentono di eliminare tutte le parti organiche facilmente deperibili e soggette a putrefazione.

Dopo la fase finale di asciugatura ha inizio la delicata operazione di selezione, tramite cui le pelli migliori vengono commercializzate intere, mentre quelle tagliate sono utilizzate nella produzione di tappeti patchwork

Caratteristiche del tappeto in pelle di mucca

Al contrario del tradizionali tappeti in tessuto, spesso realizzati con materiali sintetici, quelli in pelle di mucca si distinguono per essere naturali e inconfondibili, oltre che particolarmente caldi ed eleganti.

Considerati dei veri e propri complementi d’arredo, essi sono dotati di grande carattere, in grado di personalizzare in maniera incisiva qualsiasi ambientazione, dato che possono adattarsi ad arredamenti sia tradizionali e classici sia moderni e minimalisti.

Partendo dal presupposto che le dimensioni dei tappeti interi di mucca sono piuttosto ampie, è sempre consigliabile poter disporre di un certo spazio per ambientarli in maniera ottimale.

Infatti essi devono venire valorizzati da locali ampi e luminosi, per poter evidenziare tutte le caratteristiche.

Grazie ai loro requisiti, i tappeti di questo genere non temono la calpestabilità e pertanto possono essere posti anche in zone di passaggio, avendo unicamente cura di spazzolarli periodicamente seguendo il senso della pelle, per evitare che la polvere si accumuli tra i peli.

La morbidezza di un tappeto in pelle di mucca non ha paragoni, così come il suo inconfondibile stile; inoltre questi complementi d’arredo sono particolarmente resistenti, robusti e molto pratici per quanto riguarda la manutenzione.

Le colorazioni e fantasie disponibili sono incentrate sulle classiche tipologie del pezzato bicolore, di solito bianco/nero, bianco/marrone, bianco/grigio, anche se non mancano i modelli monocromatici, eleganti e raffinati.

Perché scegliere un tappeto di mucca

La scelta di un tappeto in pelle di mucca è di norma condizionata dal tipo di arredamento della casa dato che la sua localizzazione richiede un notevole spazio.

Le ambientazioni che meglio si addicono a tappeti in pelle di mucca sono rappresentate dal living e dalla camera da letto; nel primo caso è opportuno posizionarli in parti ben visibili della stanza, preferibilmente non sotto a divani, poltrone o tavoli da pranzo.

Nel secondo caso è consigliabile mettere il tappeto ai piedi del letto oppure davanti a un armadio, per valorizzare le sue caratteristiche estetiche, lasciandolo ben visibile.

Chi dispone di ingressi o atri particolarmente spaziosi può arricchirli con un tappeto in pelle di mucca, che riesce a conferire calore e intimità anche a queste stanze di passaggio.

La loro ambientazione ideale rimane comunque il salotto, sempre a patto che le dimensioni della stanza siano adeguate alla presenza di un tappeto così elegante.

Chi sceglie un tappeto di questo genere è spinto dal desiderio di poter disporre di un arredamento molto personale degli ambienti, dove il carattere e lo stile sono evidenti fin dal primo sguardo.

Essendo dotati di dispositivi antiscivolo, essi garantiscono eccellenti prestazioni di sicurezza anche in stanze dove vivono bambini oppure di persone anziane.

Alcuni modelli possono venire utilizzati anche come sofisticati copriletto, da porre sopra alla tradizionale biancheria, soprattutto durante i mesi invernali quando il soffice calore del tappeto è in grado di conferire uno speciale conforto.

Patchwork in pelle di mucca
Un patchwork di mucca per arredare casa

Derivando dal riciclo delle pelli di animali destinati al macello, questi prodotti sono completamente naturali e non contengono neppure tracce di materiali sintetici, risultando quindi particolarmente adatti per chi ama gli arredi ecologici.

Nella scelta di un tappeto in pelle di mucca è necessario valutare attentamente le sue dimensioni che, per alcuni modelli, possono essere anche piuttosto contenute.

Le pelli di vacchetta, ad esempio, misurano approssimativamente 140 x 160 centimetri, valori ideali per qualsiasi ambientazione.

Quelle di mucca possono presentare dimensioni maggiori, che partono da 160 x 180 centimetri, arrivando a misurare fino 200 x 220 centimetri.

Trattandosi di prodotti naturali, le misure dei tappeti possono subire variazioni legate alla pezzatura dell’animale, a conferma dell’assoluta mancanza di qualsiasi fibra sintetica.

Sempre in conseguenza della loro qualità, essi spesso mostrano tonalità cromatiche non definite, ma caratterizzate da sfumature ton-sur-ton tipiche della diversa concentrazione del pelo nelle varie parti del corpo.
Si tratta di apprezzabili requisiti che assicurano l’autenticità dei prodotti.

Per chi desidera disporre di un tradizionale tappeto rettangolare senza rinunciare alla pelle di mucca, la scelta più indicata è senza dubbio quella di un patchwork, realizzato utilizzando ritagli di pelle di varie dimensioni, cuciti in maniera artigianale e spesso circondati da un bordo esterno.

Queste proposte hanno dimensioni standard che partono da 80 x 150 centimetri, passando per modelli di 120 x 160 centimetri, fino ad arrivare a 160 x 230 centimetri.

Adattissimi per ambientazioni di ogni genere, i tappeti patchwork sono caratterizzati da costi nettamente inferiori a quelli monopezzo, pur essendo dotati di un aspetto estetico gradevolissimo.

Prima di scegliere un tappeto in pelle di mucca è sempre opportuno analizzare attentamente il rapporto qualità/prezzo, tenendo conto che non conviene optare per prodotti troppo economici che potrebbero riservare brutte sorprese dato che spesso non sono garantiti.

Migliori tappeti in pelle di mucca

Migliori Patchwork in pelle di mucca

Ti è stato utile questo articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *